Ecobonus 2019: 28 nuovi tetti di spesa a seconda della tipologia dell’intervento

ecobonus 2019

L’Ecobonus 2019 promette importanti novità in termini di detrazioni fiscali per l’acquisto di prodotti dedicati alla climatizzazione per la riqualificazione energetica della propria casa o edificio commerciale. Ad anticipare le novità è la bozza di decreto che il Ministero dello Sviluppo economico ha realizzato in collaborazione con il MEF (Ministero dell’Economia e delle Finanze), il MIT (Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti) e il Ministero dell’Ambiente. Nel dettaglio, sono previsti ben nuovi 28 tetti di spesa a seconda della tipologia di intervento.

 

Cosa cambia per le detrazioni fiscali dei condizionatori e degli impianti VMC?

Se la bozza di decreto verrà confermata, le spese massime per poter beneficiare dell’Ecobonus condizionatori e VMC saranno riviste, con l’obiettivo di riequilibrare l’impatto economico: i beneficiari dovranno infatti rispettare sia un tetto globale - riferito quindi alle spese complessive detraibile - che uno di tipo unitario per ogni intervento, sulla base del metro quadrato o dei Kw.

Il decreto quindi andrà a riscrivere completamente le regole per beneficiare delle detrazioni fiscali per gli interventi messi in atto per la riqualificazione energetica degli edifici e la soglia massima per portare in detrazione un singolo intervento dipenderà dai metri quadrati dell’edificio o dai Kw.

 

L’ecobonus condizionatori e VMC 2018: ancora pochi mesi per beneficiare degli incentivi 

Non esistendo un vero e proprio ecobonus condizionatori per il 2018, le strade per usufruire delle detrazioni sono due: attraverso l'acquisto di mobili (di cui fanno parte anche condizionatori/impianti VMC/pompe di calore/) in seguito a ristrutturazione o attraverso il semplice acquisto di elettrodomestici per aumentare l’efficienza energetica.

Nel primo caso è possibile detrarre il 50% dei costi sostenuti per l'acquisto del condizionatore o dell’impianto VMC. Il limite di spesa è di 10.000 euro e il rimborso del 50% Irpef sarà erogato in 10 rate annuali.

Nel secondo caso entra in campo l'Ecobonus, ovvero la possibilità di detrazione del 65% del costo sostenuto per la sostituzione di un impianto di riscaldamento con un climatizzatore a risparmio energetico. In questo caso la detrazione ha un tetto di spesa di 46.154 euro, rimborsati in 10 rate annuali.

 

Vuoi rimanere aggiornato sulle novità dell’Ecobonus 2019? Iscriviti alla nostra newsletter.